Crea sito
Press "Enter" to skip to content

RECENSIONE – Creazione, evoluzione… o… manipolazione extraterrestre?

Secondo Mauro Biglino, la Bibbia non parla né di Creazione né di Creatore. Questa teoria l'ho smontata nel libro Apocalypto.
Secondo Mauro Biglino, la Bibbia non parla né di Creazione né di Creatore. Questa teoria l’ho smontata nel libro Apocalypto.

Per acqusitare il libro APOCALYPTO clicca QUI

Non c’è creazione nella Bibbia. La Genesi ci racconta un’altra storia.

Con questo terzo capitolo della saga “il liebro sentiero”, ancora una volta Mauro Biglino sembra riconfermare quanto esposto nei due lavori precedenti mettendo a punto una questione molto importante. Come da titolo, infatti, il Biglino afferma con fiera certezza che la Bibbia non parla assolutamente di creazione, ma bensì di un intervento extraterrestre sul pianeta terra, che già esisteva prima ancora che gli Elohim facessero il loro arrivo sul pianeta.

La questione sulla NON-CREAZIONE mette in evidenza dei punti molto importanti da analizzare:
1. I reali motivi per i quali gli Elohim siano arrivati sulla terra;
2. I reali motivi per i quali “l’uomo” sia stato non-creato, ma “modificato” per essere una creatura obbediente al volere dei propri “capi”;
3. Le reali cause del Diluvio;
4. ecc. ecc.

Il capitolo 1 della suddetta opera espone brevemente la sintesi dei lavori precedenti;

Il capitolo 2 si concentra interamente sulla personalità di Yahweh e sui suoi mezzi di trasporto (compresa l’esposizione riveduta della GLORIA);

Il capitolo 3 si concentra in maniera più diretta sulla Gloria (orroneamente sull’uso di Kavòd anziché Kovéd) e sulla Ruach (che tutti conosciamo essere lo Spirito di Dio) e la reale rappresentazione delle visioni di Ezechiele, nonchè della reale rapresentazione dei keruvìm. Tutti abbiamo imparato dalla Chiesa che i Cherubini siano uno dei più alti gradi della gerarchia Angelica. Secondo le esposizioni del Biglino non è così. Secondo la sua interpretazione letterale dei testi, i Cherubini sono anch’essi dei mezzi di trasporto;

Il capitolo 4 approfondisce meticolosamente tutta la tematica dei Cherubini;

Il capitolo 5 rivela qualcosa di sconvolgente sull’Arca dell’Alleanza. Secondo le traduzioni letterali e delle successive interpretazioni di ciò che i redattori dell’Antico Testamento volevano dire, l’Arca del Patto non era altro che un mezzo di comunicazione (radio) che se non utilizzata con le dovute precauzioni si sarebbe trasformata in una micidiale arma, così pericolosa da cabonizzare all’istante chiunque l’avesse toccata senza i dovuti modi, o meglio, chi non sapeva come “usarla”;

Il capitolo 6 espone l’amore che avesse YHWH per l’oro;

Il capitolo 7 parla dell’a tecnologia adoperata dagli Elohim;

Il capitolo 8 espone la questione “creazione/evoluzione” citando la Genesi fino al libro di Amos. L’utilizzo del verbo “barà” e il suo reale significato letterale.

Il capitolo 9 tratta un argomento molto interessante. L’ingegneria idraulica usata dagli Elohim. Un punto che mi ha colpito è stato quando in Genesi si parla che “le acque venissero raccolte in un unico luogo”. Qui il Biglino espone le teorie su un eventuale diga di raccolta, ovvero che gli Elohim avessero costruito una diga per raccogliere acque che sarebbero dovute servire come fonte di energia idrica. Addirittura ci sarebbero anche delle conferme sumero-accadiche (e bibliche) circa l’esistenza di questa diga. Più avanti, furono proprio le acque di questa diga a sommergere ogni cosa, cioè il diluvio universale. Secondo la Bibbia, sembra che il diluvio sia avvenuto in scala globale, mentre secondo le testimonianze sumero-accadiche e le conferme del Biglino, il diluvio è avvenuto solo nell’area in cui gli Elohim circuivano il loro potere, ovvero dall’area dell’attuale Turchia fino alla penisola del Sinai. Possiamo immaginare le immense proporzioni di questa diga dato che contenevo così tanta acqua da sommergere una vasta area di migliaia di chilometri quadrati. Le teorie del Biglino annullano l’idea del diluvio mettendo in evidenza che le “cataratte dei cieli” non erano altro che di sistemi idraulici di raccolta delle acque che per gli “uomini” di quel tempo venivano visti come acque provenienti dai cieli.

Nel capitolo 10 vengono date ulteriori considerazione in merito agli argomenti trattati, mentre a noi sorgeranno senza alcun dubbio delle domande:

– Nella Bibbia, si parla davvero di ingegneria genetica?
– Per fare Eva, gli ELohim hanno compiuto davvero un intervento di ingegneria genetica? Oppure hanno preso davvero una costola?
– Adamo ed Eva furono davvero i progenitori dell’umanità? O prima di loro esistevano già degli “ominidi”?
– Come si spostava l’El di nome Yahweh? Eppure in Genesi sta scritto che “Adamo ed Eva sentirono Yawheh camminare nel giardino…”;
– Cos’è la Gloria di Dio?
– I Cherubini sono davvero dei mezzi di trasporto aerei, oppure sono e saranno sempre delle figure angeliche?
– L’Arca dell’Alleanza era un semplice “baule” che conteneva le tavole della Legge o in realtà si trattava di un mezzo di comunicazione radio?
– Gli Elohim, dove risiedevano quando erano sulla terra?
– Perché gli ELohim erano attratti dall’oro?
La Bibbia, dunque, racconta davvero che il tutto sia avvenuto per mezzo della creazione dei cieli e della terra? Oppure, iniziando fin dal primo versetto della Bibbia, le Scritture ci parlano di tutt’altra cosa?

Benchè molto provocatorie le argomentazioni che il Biglino tratta, resta di fatto che tali questioni fanno emergere ulteriori dubbi e domande sulle nostre reali origini, sia ai credenti che ai laici.
Chi lo sa se gli avvertimenti degli evangelisti e apostoli del Nuovo Testamento, se non dello stesso Cristo, circa la venuta di falsi insegnanti e dotti che seminano zizzanie predicando “un Vangelo diverso da quello che loro (evangelisti e apostoli) ci hanno trasmesso” siano riferiti a persone come il Biglino?

Per concludere vorrei condividere insieme a voi i seguenti passi:
“Guardatevi dai falsi profeti i quali vengono verso di voi in vesti da pecore, ma dentro sono lupi rapaci” Matteo 7:15

“Costoro sono del mondo; perciò parlano come chi è del mondo e il mondo li ascolta” 1 Giovanni 4:5

“Guardate che nessuno faccia di voi sua preda con la filosofia e con vani raggiri secondo la tradizione degli uomini e gli elementi del mondo e non secondo Cristo” Colossesi 2:8

“Con l’intelligenza ottenebrata, estranei alla vita di Dio, a motivo dell’ignoranza che è in loro, a motivo dell’indurimento del loro cuore” Efesini 4:18

“Non occupatevi di favole e di genealogie senza fine, le quali suscitano discussioni invece di promuovere l’opera di Dio, che è fondata sulla Fede” 1 Timoteo 1:4

“pur avendo conosciuto Dio, non l’hanno glorificato come Dio, né l’hanno ringraziato; ma si sono dati a vani ragionamenti e il loro cuore privo di intelligenza si è ottenebrato” Romani 1:21

“Essi sono quelli che provocano le divisioni, gente sensuale, che non ha lo Spirito” Giuda 19

Questo articolo è ripreso dal sito Ciao.it di cui ne sono sia utente che autore del medesimo scritto. Per consultare la recensione integrale cliccare su QUESTO LINK

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*